Crowdfunding immobiliare: nasce Trusters, prima piattaforma 100% italiana, con operazioni semplici e veloci e rendimenti in 9 mesi.

Home / REnews / Innovation / Crowdfunding immobiliare: nasce Trusters, prima piattaforma 100% italiana, con operazioni semplici e veloci e rendimenti in 9 mesi.

Il 12 dicembre, debutta ufficialmente sulla scena nazionale del fintech  Trusters, la nuova piattaforma di crowdfunding immobiliare 100% made in Italy che punta il suo vantaggio competitivo su qualità, efficienza e velocità del servizio, offrendo la possibilità di investire, in tante aree del Paese, in operazioni che si concludono e generano profitti a partire da 9 mesi.

 

Composto da un team di professionisti con elevata e comprovata esperienza nel settore, Trusters ha avviato collaborazioni con prestigiosi partners e operatori del settore immobiliare per offrire il meglio ai propri clienti e investitori.

Tra gli altri partner, il Politecnico di Milano, con cui avvierà dei corsi di formazione rivolti agli investitori nel campo immobiliare, l’avvocato Alessandro Lerro, presidente dell’Associazione italiana dell’Equity crowdfunding e tra i massimi esperti, a livello mondiale, di finanza alternativa, che si occuperà degli aspetti legali.

Per proseguire con Folkfunding, società italiana leader nello sviluppo di progetti di crowdeconomy che ha firmato il sito e l’apparato tecnologico della piattaforma e Lemonway che ne gestirà e garantirà il sistema dei pagamenti.

Trusters è il “crowdfunding immobiliare alla portata di tutti”, rivolto sia ai piccoli investitori che potranno iniziare a operare con 100 euro, sia a professionisti del comparto e attori istituzionali, dai costruttori, alle agenzie immobiliari, passando per interlocutori del mondo della finanza.

Ci differenziamo dalla concorrenza per essere la prima piattaforma di lending crowdfunding del settore immobiliare 100% italiana – afferma Andrea Maffi, Fondatore e Chief Operation Officer di Trusters Le opportunità di investimento proposte saranno sul suolo italiano, con particolare interesse alla città di Milano e del suo primo hinterland (almeno nella fase iniziale della piattaforma), con un orizzonte temporale molto breve, dai 9 ai 18 mesi. I nostri saranno, quindi, investimenti oltre che semplici, in operazioni immobiliari strutturalmente non complesse, anche molto veloci. Inoltre Trusters sarà l’unica piattaforma a vantare una partnership commerciale con un importante network immobiliare in franchising come RE/MAX Italia, forte della sua rete mondiale composta da oltre 8.000 agenzie immobiliari; a cui seguiranno altri importanti players del settore ”.

Investire su Trusters è molto semplice: è sufficiente registrarsi sul sito (in pochi minuti e senza costi), creare un proprio account, (la privacy sarà garantita in ogni passaggio), scegliere l’immobile più adatto alle proprie esigenze, seguirne l’evoluzione di mercato, tenendo sotto controllo tutti i parametri economici e, una volta terminata l’operazione, si riceverà sul conto di deposito Trusters il rendimento maturato insieme al capitale investito, cifre che potranno poi essere trasferite sul proprio conto corrente con un semplice click.

Trusters vuole arrivare a proporre 30 operazioni immobiliari nel primo anno di vita, per una raccolta totale di 3 milioni di euro” – prosegue Andrea Maffi – “e ha intenzione di creare collaborazioni con un grande numero di agenzie immobiliari e avere il più alto tasso di restituzione rendimenti di tutto crowdfunding immobiliare. Quest’ultimo a nostro avviso, nei prossimi anni passerà, in Italia e prima ancora in Europa, da strumento alternativo a sistema fondamentale di finanziamento del comparto immobiliare”.

Immobili all’asta, cambi di destinazione d’uso, frazionamenti con ristrutturazioni e riqualificazioni nelle zone centrali e semi-centrali di Milano sono le prime proposte della piattaforma che presto saranno affiancate da nuove offerte in città come Roma e Firenze ed altre città residenziali e turistiche del Paese.

 

Vuoi ricevere maggiori informazioni su Trusters? Compila il form:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *