Cos’è il Japandi, l’ultima frontiera dell’interior design

Home / Case,cose & curiosità / Case dal mondo / Cos’è il Japandi, l’ultima frontiera dell’interior design

 

Japandi è l’unione dello stile Scandi  (scandinavo) con quello giapponese. Un mix di arredo che riesce a ridurre le caratteristiche estreme di entrambi gli stili – rompendo le rigide regole del design nordico freddo e dell’ambiente a ispirazione Zen – per un risultato minimale ed elegante.

Lo stile Japandi si presta a diverse reinterpretazioni stilistiche e ad esperimenti creativi e può essere utilizzato come fonte di ispirazione per adattare facilmente i propri interni. Semplice e sofisticato, è pronto ad affermarsi come nuovo classico.

 

I colori

Il Japandi crea una sintesi perfetta tra lo schema di colori luminoso ed esageratamente freddo dello stile scandinavo e il legno caldo dei giapponesi. L’obiettivo è mescolare le tonalità, ma solo se si è certi di poter ottenere un perfetto equilibrio tra colori diversi ma complementari. I colpi di colore possono essere introdotti qua e là finché non rompono l’armonia e l’approccio minimalistico al design. Le sfumature pastello più fresche di rosa, grigio e verde vengono riscaldate con particolari di terracotta e elementi in legno.

 

Bold simplicity

Tre parole che potrebbero meglio descrivere questo stile sono: semplice, funzionale e di impatto. Nella casa Japandi non c’è spazio per il disordine. Ogni oggetto deve trovare il suo posto e assolvere a una funzione precisa. Tuttavia, ciò che rende il Japandi così popolare è probabilmente il fatto che i mobili stessi, oltre ad essere funzionali, sono dei veri e propri audaci accessori di design.

L’utilizzo di materiali grezzi nel design di mobili con linee molto nette ed eleganti minimizza la necessità di aggiungere altri dettagli di arredamento. Mescolando e abbinando pezzi in stile industriali, in legname o bambù, si crea un effetto molto particolare, per un arredamento che è allo stesso tempo classico e moderno.

 

Accessori

Lo stile japandi appare molto pulito, ma caldo e piacevole allo stesso tempo. Queste due caratteristiche sembrano abbastanza contraddittorie, ma sono lontano dall’essere impossibili da raggiungere. Anche se è necessario mantenere gli accessori al minimo, ciò non significa che bisogna evitarli completamente. Tende, tappeti e cuscini decorativi possono efficacemente rompere la freddezza dell’influenza scandinava. Tuttavia, assicuratevi di avere abbondanza di luce naturale, perché questa è la caratteristica principale di entrambi gli stili.

 

Piante

Al posto di cornici e dipinti, il Japandi predilige le piante come elemento decorativo. In questo caso l’imperativo è attenersi al tema Zen: invece di usare fiori e fogliame molto colorati per il tuo interno, optare per piante alte con foglie grandi ed eleganti che attirano l’attenzione con la loro presenza forte e semplice.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *