Una notte al museo? Sì, si può. E il museo in questione è proprio il Louvre di Parigi

Home / Case,cose & curiosità / Una notte al museo? Sì, si può. E il museo in questione è proprio il Louvre di Parigi

A breve verrà annunciato il nome del fortunato vincitore del concorso indetto da Airbnb che avrà l’onore di passare una notte al museo.

“Perché saresti l’ospite perfetto di Monna Lisa?” Questa la domanda alla quale si doveva rispondere per passare una notte al museo; ad essere premiata sarà, naturalmente, la risposta più convincente.

Questa partnership è stata creata per celebrare il trentesimo anniversario della piramide di vetro, anniversario celebrato anche dalla sorprendente illusione ottica progettata dall’artista JR che, grazie all’aiuto di centinaia di volontari, ha creato la sensazione che la piramide scompaia in un abisso sotterraneo.

La notte al Louvre

Il vincitore, insieme ad un’altra persona da lui scelta, saranno accolti, al tramonto, da uno storico dell’arte che li accompagnerà in tour all’interno del museo dopo l’orario di chiusura, privilegio che solo celebrità del calibro di Obama o Beyoncé hanno avuto l’onore di ricevere.

Successivamente avranno il beneficio di prendere un aperitivo seduti di fronte alla famosa Monna Lisa, per poi degustare una cena preparata ad hoc con la Venere di Milo e rilassarsi sulle note di un concerto privato nei lussuosi appartamenti di Napoleone III.

Per concludere in bellezza i due ospiti saranno accompagnati in una “mini piramide”, costruita ad hoc per l’occasione, situata esattamente sotto a quella in vetro del museo. Lì potranno passare la notte e risvegliarsi l’indomani con una tipica colazione parigina servita a letto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *