Affitti Napoli: l’andamento del mercato

Home / REnews / Mercato Immobiliare / Affitti Napoli: l’andamento del mercato

Negli ultimi due anni il mercato immobiliare è stato in continuo mutamento sia per ciò che concerne gli affitti che per ciò che riguarda le vendite. Ciò è tanto più valido se si parla di città diverse; da nord a sud, su terra ferma o sulle isole, sulla costa o in montagna: ogni luogo ha un suo andamento dal punto di vista degli affitti. La posizione geografica, il numero di richieste nonché la maggiore o la minore difficoltà di reperimento di abitazioni da locare sono elementi che influiscono notevolmente sull’aumento o sulla diminuzione del costo degli affitti. Quest’ultimo può variare anche in base al tipo di abitazione richiesto: una villa indipendente non può costare quanto un appartamento.

Napoli è una delle più belle città d’Italia e del mondo e ad essa si fa riferimento molto spesso sia per il turismo che per lo studio: luogo ricco di tante bellezze e sede di una delle Università più antiche e prestigiose della Nazione, infatti, Napoli è spesso meta di turisti e di studenti provenienti da ogni dove. Sotto questo punto di vista, dunque, è importante conoscere l’andamento del mercato immobiliare.
Per avere un quadro completo della situazione è necessario studiare i mutamenti degli affitti almeno durante gli ultimi due anni.

Durante il 2017 è giugno che fa misurare l’affitto meno caro con una spesa di 7,66 euro a metro quadrato. Nello stesso anno, febbraio e ottobre sono stati i mesi più cari perché una casa in locazione a Napoli costava 7,74 euro al metro quadrato. Durante i rimanenti mesi il prezzo non è variato considerevolmente, ma non è stato rilevato mai fisso su una somma precisa.

L’anno 2018 ha registrato un andamento un po’ diverso perché è partito dalla somma più alta del 2017 per crescere costantemente con l’andare avanti dei mesi. I prezzi più alti sono stati registrati nei mesi di giugno e di luglio con una spesa di 7,86 euro al metro quadrato e di 7,78 durante il mese di agosto. Gennaio, con 7,74 euro al metro quadrato, è stato invece il mese meno caro del 2018. I mesi tra settembre e dicembre del 2016 sono stati abbastanza stabili mantenendo una media di 7,73 euro a metro quadrato al mese. Rispetto alle altre città italiane, Napoli registra un andamento migliore con prezzi di affitto economicamente più accessibili.

Allo stato attuale è possibile riportare alcuni esempi sui prezzi degli affitti a Napoli, facendo riferimento ad alcuni tra i siti più importanti ed autorevoli presenti al momento. Questo con l’obiettivo di mettere a confronto più alternative e consentire una valutazione più oggettiva possibile. In base alle zone ed alla scelta dei locatari, è possibile trovare abitazioni già arredate ed altre da arredare. Solo in questa maniera si vanno a soddisfare le variegate esigenze che possono avere i potenziali clienti.
In zona Vittorio Emanuele a Napoli, per esempio, sono disponibili diverse possibilità. Su www.wikicasa.it un quadrilocale con due bagni completamente ristrutturato e ammobiliato di 80 metri quadrati prevede un affitto di 1000 euro al mese, mentre sempre nella stessa zona, ma con affaccio in Mergellina, un appartamento con cinque stanze, vari ripostigli e tre bagni, con superficie di 355 metri quadri, non ammobiliato, costa 2900 euro al mese.

In zona Vomero è possibile trovare un altro esempio. Su www.wikicasa.it è disponibile un bilocale di 69 metri quadrati, già arredato, con cucina abitabile, due bagni ed un giardino a 800 euro al mese mentre, sempre nella stessa zona, è disponibile un bilocale di 45 metri quadrati, costituito da un grande soggiorno, disimpegno, camera da letto e bagno, già arredato e ristrutturato da poco, dotato, in entrambi i locali di aria condizionata al prezzo di 850 euro mensili.
Questi sono soltanto degli esempi di siti e di appartamenti disponibili, ma non è difficile, via web, valutare tutte le alternative cercando ciò che più si adatta alle esigenze individuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *